lunedì 11 agosto 2014

La costruzione di un edificio - due temi elettivi a confronto

Un tempo, costruire le città ed i loro edifici più importanti seguendo le regole dell'astrologia elettiva era pratica comune. Oggi non è più così: la costruzione di un edificio non è determinata in base alle configurazioni planetarie, ma dettata da considerazioni economiche e di pianificazione urbanistica.

L'astrologia elettiva è però sempre in grado di fornire indicazioni utili su come i lavori di costruzione procederanno, e soprattutto sulla durata dell'edificio.  Per cui, quando mi è giunto all'orecchio che il 10 agosto 2014 è stata posta la prima pietra di un nuovo edificio pubblico nel Paese P, la tentazione di erigere una carta di evento ed esaminarla è stata davvero irresistibile.

La cerimonia di posa della prima pietra era prevista per le 19:30, ma in realtà la prima pietra è stata posata alle 20:19. Anche se il tema  da analizzare è quello delle 20:19, vale la pena mettere i due temi a confronto in modo molto sintetico, perché anche 49 minuti di ritardo possono fare la differenza!

TEMA ELETTIVO PER LA COSTRUZIONE DELL'EDIFICIO "E" - ORE 19:30
Prevista


Notiamo immediatamente come la scelta della tempistica della costruzione non sia la più felice. Il 10 agosto si è verificata una Luna Piena (alle 19:09), quindi la prima pietra, secondo i piani, sarebbe stata posta quando la Luna già diventava calante. Secondo la tradizione, si tratta di un tempo che andrebbe evitato poiché le imprese che hanno luogo in luna calante durano meno di quelle iniziate sotto una luna crescente. In altre parole, l'edifico potrebbe cadere in disuso prima del previsto. La Luna in Aquario comunque promette un evento di successo e di un certo rilievo.

Il dispositore dell'edificio, Marte, è in nona casa ed in esaltazione: né Marte, né Saturno dovrebbero mai essere significatori nella costruzione di qualsiasi tipo di edificio, anche se Saturno può giocare un ruolo - seppur molto limitato - nella fondazione di una città. Qui, Saturno è signore dell'Ascendente, che per giunta è coinvolto in una quadratura con la Luna in prima casa. Il fatto che Marte sia nelle sue dignità non significa molto. Certo, un Marte in esaltazione "agisce" sempre meglio di un Marte in esilio o caduta, ma la simbologia di Marte - almeno in elettiva - non cambia, soprattutto quando Marte invia una quadratura all'Ascendente. Il Nodo Sud indica che i costi effettivamente sostenuti per la costruzione dell'edificio saranno maggiori dei costi messi a budget (il che è facilmente ipotizzabile anche senza dover fare ricorso all'astrologia - e tale ammissione è doverosa).

Vediamo le potenzialità suggerite dal tema elettivo eretto per il momento della posa della prima pietra, alle 20:19

TEMA ELETTIVO PER LA COSTRUZIONE DELL'EDIFICIO "E" - ORE 20:19


Effettiva

 

Nessuno dei due momenti era in realtà indicato per la posa della prima pietra, principalmente a causa della posizione della Luna, di Marte e Saturno. Se il primo tema era passabile, il secondo tema è letteralmente disastroso. Cosa è cambiato? La cuspide della nona casa si trova pur sempre in Scorpione, e l'Ascendente è ancora in Aquario - quindi i significatori dell'edificio sono gli stessi - MA Marte, che prima era nella sua casa, adesso è in ottava, casa che vogliamo evitare nel modo più assoluto. Un Marte esaltato, quindi rafforzato nelle sue potenzialità, in una casa malefica, che invia quadratura alla Luna ha il significato simbolico di distruzione. La Luna, che in precedenza era in prima casa, adesso è passata in dodicesima, altra casa dal simbolismo non positivo, e fin troppo compatibile con il simbolismo dell'ottava. La condizione lunare quindi si è ulteriormente indebolita: resta l'opposizione con il Sole. Se prima, però, il Sole e Giove erano pur sempre in settima casa, e quindi volendo forzare l'interpretazione mitigavano le indicazioni non positive date dalla Luna e da Marte, adesso Giove ed il Sole sono in sesta casa, collocazione che ne azzera le potenzialità. Mercurio, signore della quarta casa, è inoltre combusto.

Con questo tema elettivo, il responso resta in parte lo stesso: costruzione ultimata nei tempi previsti, ma molto costosa, ed edificio che andrà in disuso prima del previsto, ma si aggiunge il dato del possibile danno strutturale.