domenica 23 febbraio 2014

Il giuramento del governo Renzi

Non serve l'astrologia per sapere che i governi, in Italia, durano poco, ma il giuramento del governo Renzi è un'occasione troppo ghiotta dal punto di vista astrologico e quindi VA commentata, ovviamente studiando la carta di elezione in base alle regole di Guido Bonatti.

Astrologia politica nel Tractatus de Electionibus di Guido Bonatti

Il Tractatus de Electionibus, che trovate in copia digitale sul sito della British Library, non è esattamente un testo di astrologia per principianti ma in esso Guido Bonatti affronta varie questioni di astrologia politica. Tre di queste sono rilevanti al nostro caso:

1) l'elezione di re, nobili, grandi uomini o i ricchi;

2) la promozione al regno, al ducato, o ad altra dignità riguardante un regno o un ducato;

3) l'ascesa al trono del regno o di un ducato

La distinzione tra l'elezione, la promozione e l'ascesa al trono si riferisce a tre eventi distinti. Senza addentrarci nelle complessità della politica medievale, per elezione oggi possiamo intendere l'incarico di formare il governo. La "promozione" sembra riferirsi alla ricezione di compiti di governo inferiori a quelli di un primo ministro, mentre l'ascesa al trono è paragonabile al giuramento del nuovo governo.

Bonatti non spiega perché è possibile erigere due diversi temi elettivi, uno per il momento in cui si viene eletti ad un incarico di governo, e l'altro per il momento in cui un governo si insedia. Possiamo immaginare che sia possibile giudicare il futuro di un governo dalla carta eretta per il momento dell' "elezione", anziché anche dalla carta del giuramento. Se così fosse, la carta di giuramento sarebbe superflua.

In realtà le cose non stanno proprio così, ed il Tractatus de Electionibus  contiene degli spunti che ci consentono di capire perché. La carta per il momento dell'elezione, scrive Bonatti, è la carta da usare
riguardo ciò che è attinente ad un regno, ad un ducato, alle loro preoccupazioni [preoccupazioni del re o del duca] o a quanto appartiene a loro.

Da bravo autore medievale, Bonatti concepisce il regno o il ducato come appartenenti al re o al duca. La carta eretta per il momento dell'elezione quindi fornisce un giudizio in merito agli affari privati del re, del duca o del primo ministro. Quanto prospereranno gli affari personali del re, del duca o del primo ministro durante il suo incarico? Quanto crescerà la sua ricchezza personale? Questi sono i giudizi che possiamo trarre mediante la carta per il momento dell'elezione. La carta per il momento dell'ascesa al trono o del giuramento di un governo è diversa in quanto si riferisce alla dimensione maggiormente "pubblica" del regno, e quindi anche alla sua stabilità.

Il giuramento del governo Renzi ha avuto luogo a Roma il 22 febbraio 2014, alle 11:30 del mattino.

governo renzi

Regole per i temi di giuramento

Le regole per i temi di giuramento sono semplicissime, a differenza delle regole per l'elezione o la nomina di un politico. Il giuramento o - anticamente - l'incoronazione erano un evento che si verificava ad uso e consumo del pubblico, quando ormai gli intrighi di palazzo si erano (almeno temporaneamente) conclusi. Tutta una serie di fattori, quali le eclissi, le lunazioni, la collocazione dei dispositori per termini, la collocazione e gli aspetti di Marte, non vanno esaminati.

  1. Angoli in segni fissi, o in alternativa Ascendente e quarta in segni fissi

  2. Signore della decima libero da impedimenti

  3. Signore dell'Ascendente all'Ascendente, nella decima, undicesima o quinta, in ricezione con il suo dispositore

  4. Signore della decima in aspetto con il suo dispositore

  5. Signore della quarta libero da impedimenti, in aspetto con un benefico o, in alternativa, privo di aspetti con l'Ascendente ed il signore dell'Ascendente mentre allo stesso tempo un benefico aspetta la quarta, la decima o entrambe.


Tralascio di commentare le regole, poiché all'astrologo esperto il loro significato è immediatamente chiaro.

Analisi

Un punto a favore della stabilità del governo Renzi è dato dal collocamento della quarta casa in un segno fisso, in Leone. L'Ascendente è tuttavia in Gemelli ma come già detto in apertura del post, in Italia la stabilità dei governi è storicamente cosa rara, e questo governo non sembra fare eccezione, malgrado la quarta - ed anche la decima - in segno fisso.

Saturno, il signore del Medio Cielo, è si libero da impedimenti, nel senso che non è retrogrado, combusto, in aspetto con malefici, fuori dalla Via Combusta ecc ma è peregrino e cadente dagli angoli, ed è difficile che un esecutivo simboleggiato da un Saturno in queste condizioni riesca a svolgere la sua funzione al meglio.

Il signore dell'Ascendente è strettamente congiunto alla decima, ed  in ricezione con il suo dispositore, il che come abbiamo visto è un aspetto da manuale. Però, Mercurio è non solo retrogrado, ed il signore dell'Ascendente non dovrebbe in questo tipo di elezione MAI essere retrogrado,  ma è anche in quadratura a Saturno. Anche qui, nulla di nuovo sotto il Sole, con un esecutivo la cui unità è più apparente che reale, e le cui capacità amministrative sembrano lasciare a desiderare.

Saturno, signore della decima, non è per fortuna in aspetto con Marte.

Il signore delle quarta, il Sole, che indica l'esito finale del governo Renzi, è si in trigono con il suo dispositore, Giove, ma notate la sua congiunzione stretta ad un malefico moderno, Nettuno, e la quadratura in applicazione da parte della Luna. Un astrologo moderno considererebbe la congiunzione Sole-Nettuno come ottima, e descriverebbe il governo come mosso da forti spinte idealistiche, ecc. Ma così non è: secondo le regole della tradizione Nettuno non è governatore dei Pesci, e quindi il Sole in decima non è congiunto al suo dispositore. Piuttosto abbiamo un malefico moderno troppo alto nella carta, che Dio volendo promette di indurre grandissima confusione all'interno della squadra di governo. Una squadra di governo che, ove mai la promessa di questo aspetto dovesse realizzarsi, potrebbe semplicemente dissolversi tra la confusione e la disinformazione.

Possiamo notare la presenza di vari aspetti da manuale all'interno di questo tema. Si tratta certamente di una coincidenza: è ragionevole aspettarsi che il momento in cui un nuovo governo giura sia marcato da aspetti che si concentrano sulla decima casa.  L'ipotesi che il momento del giuramento sia stato scelto mediante l'astrologia elettiva è semplicemente assurda, ma se così non fosse, beh....il momento del giuramento non era astrologicamente dei migliori.

 

 

mercoledì 5 febbraio 2014

La coppia che scoppia

Il titolo di questo post cerca di sdrammatizzare, anche se - ammettiamolo - quando una coppia scoppia non c'è mai da stare troppo allegri.  Uno dei possibili usi dell'astrologia elettiva è individuare il momento migliore per celebrare fidanzamenti e matrimoni. Il tema che analizzo oggi è un tema da manuale, perché è il tema di un matrimonio celebrato nel giorno sbagliato.  La carta - una carta di evento - è stata eretta per il momento in cui il matrimonio è stato celebrato.

marriage

Cosa c'è che non va in questo tema?

In primis, abbiamo tutti gli angoli in segni mutevoli, e questa circostanza da sola è sufficiente ad indicare che il matrimonio non sarebbe durato a lungo. L'Ascendente è afflitto da una quadratura di Mercurio retrogrado, che per giunta è bruciato dal Sole. Mercurio ed il Sole  di per sé non sono pianeti malefici, ma possono essere maleficati da configurazioni come questa. Non considero la quadratura di Plutone all'Ascendente, perché non uso i pianeti moderni, e la stessa osservazione è valida per l'opposizione di Urano, ma se proprio vogliamo usare gli extra-saturniani, questi due aspetti forniscono indicazioni ulteriori che il matrimonio sarebbe finito improvvisamente.

Se guardiamo il signore dell'Ascendente, Venere, notiamo che è cadente dagli angoli e peregrina. La signoria di Venere sull'Ascendente cade a puntino, in quanto rappresenta la sposa. Che dire? Un signore dell'Ascendente collocato in modo simile è paragonabile ad una persona che agisce in balia degli eventi, che si lascia portare dalle cose, piuttosto che cercare di prenderne il controllo. La Luna in Leone non è messa meglio di Venere, ed il suo dispositore è maleficato. Certo, la Luna si trova nel domicilio del suo dispositore, ma la mancanza di dignità essenziale è tale per cui la Luna, per così dire, non "funziona".

Un malefico all'Ascendente, Saturno, che per giunta si trova nel segno di esilio di Venere e caduta della Luna, ha un effetto destabilizzante, ancor di più se consideriamo che è peregrino, e quindi agisce in modo prevalentemente negativo e che governa il Fondo Cielo, che simboleggia l'esito finale di questa vicenda.

Tralascio di esaminare altri fattori del tema, perché anche queste poche indicazioni sono sufficienti a darvi un'idea di cosa proprio non va in questa carta. Non c'è bisogno di dire come le cose siano andate a finire, perché la carta parla da se.  A rompere il vostro matrimonio non sarà certo un transito sfavorevole. Molto, anzi tutto, dipende dalla solidità della relazione. A volte però strane sincronicità sembrano essere all'opera: è facile che una relazione che non ha proprio basi solidissime sia legalizzata sotto una situazione planetaria sfavorevole. Ciò che nasce storto non può crescere dritto...

martedì 4 febbraio 2014

Inizia la retrogradazione di Mercurio!

Buonasera a tutti, vi ricordo che Mercurio è ormai stazionario,  e che il 6 avrà inizio la sua retrogradazione. Come ho scritto in questo post, gli effetti della retrogradazione non sono particolarmente dirompenti, ma pur sempre fastidiosi! Se vi va, raccontateli qui!