venerdì 24 gennaio 2014

Chi ha paura del suo Plutone cattivo?

Internet sembra essere piena di persone spaventatissime dalla lettura di interpretazioni sintetiche dei transiti. Hai Marte quadrato al Sole? Bene, il tuo futuro ti promette solo tagli e ferite. Hai Plutone quadrato alla Luna? Potresti essere vittima di aggressioni.

Non è così che funziona! I pianeti del tema radix indicano una potenzialità, qualcosa che potrebbe succedere in futuro. O che potrebbe non accadere mai. Come facciamo a capire? Facile, direte, guardiamo i transiti! E tutti giù su Google a cercare il significato del transito di Venere trigona a Giove, o di Plutone che transita quadrato al Sole.

bonattiCapita allora che il consultante guardi con speranza a Giove che si sta mettendo trigono alla sua Venere, salvo poi quando l'agognato trigono si è ormai concluso, riscontrare che nessun nuovo amore o rientro di investimenti si è verificato. Nel frattempo, magari, si è solo ingrassati di cinque chili. Cosa non ha funzionato? Semplice: si sono scelte le tecniche interpretative e previsionali sbagliate.

I pianeti indicano caratteristiche fisiche, temperamentali  e circostanze concrete, come un nuovo amore o un nuovo lavoro.  Un pianeta molto forte nel tema avrà effetti su ciascuno di questi piani. Con un bel Giove in Pesci all'ascendente, diretto e magari trigono al Sole in decima probabilmente sarete di corporatura solida, buongustai e perché no anche benestanti. Quando Giove nel vostro radix sarà attivato, darà effetti concreti e visibili. Un Giove in Bilancia, in casa succedente, che non riceve aspetti di particolare rilievo darà effetti meno forti.

Ma quando e come potrebbero attivarsi le potenzialità segnalate dai pianeti? Certamente non sempre e non necessariamente  a causa dei transiti! I transiti compiuti o ricevuti da un pianeta natale possono dare un'idea dei settori in cui gli effetti del pianeta si possono manifestare. Ma non riescono ad indicare la loro intensità. Ecco spiegato perché con il transito di Giove trigono a Venere potreste ritrovarvi coinvolti in tutta una serie di pranzi e cene che alla fine vi fanno ingrassare, ma l'amore non arriva!

Il caso è diverso se due pianeti di transito formano, tra loro, lo stesso aspetto di due pianeti nel radix. Ad esempio, Giove e Venere di transito sono in trigono, e nel radix avete un trigono Giove e Venere. Ma anche in questo caso, non possiamo essere sicuri di verificare gli effetti dirompenti che cerchiamo. Anche qui, il transito-bomba può passare senza che nulla di notevole accada.

Il passo successivo di solito è guardare alla rivoluzione solare. Troviamo aspetti identici a quelli nel tema radix, o configurazioni che attivano gli stessi settori? Se si, siamo sulla buona strada per dedurre che probabilmente nell'anno di rivoluzione l'evento indicato nel radix potrebbe verificarsi. Ma non è ancora certo. Potrebbe darsi che voi in quell'anno aspettavate di sposarvi, ma il matrimonio non si verifica!

A questo punto, potreste decidere di dare alle fiamme tutti i vostri libri di astrologia, mentre in realtà varrebbe la pena guardare alle direzioni primarie. In che periodo ha luogo l'attivazione di Giove per direzione? Trovato il periodo, passiamo alle rivoluzioni solari. Se troviamo un'attivazione di Giove, o dei settori che governa nel radix, possiamo aspettarci effetti forti. Diversamente, guardiamo alla rivoluzione dell'anno successivo. Poi quella dell'anno seguente e dell'anno dopo ancora. Diamoci un lasso di tempo relativamente ampio, anche cinque anni, posto che l'ora di nascita sia veramente precisa.

Se i dati delle rivoluzioni solari, mirate o meno, confermano le indicazioni del radix, aspettiamoci effetti forti. Solo allora procediamo nell'esame delle rivoluzioni lunari ed infine dei transiti, per restringere il periodo dell'evento. Se il nostro esame delle rivoluzioni solari non conferma le indicazioni del radix, aspettiamoci effetti di intensità media o anche molto debole.

Questo vale per aspetti molto positivi, ma - ricordate - anche per quelle quadrature ed opposizioni che così tanto vi spaventano, molto spesso a torto.