mercoledì 24 settembre 2014

Tutorial - Come interpretare un tema orario - Parte Prima



Abbiamo letto e capito il nostro libro di astrologia oraria preferito, calcolato un tema orario, e non vediamo l'ora di interpretarlo. Accendiamo il computer o l'iPad, e guardiamo e riguardiamo il tema ma non riusciamo a capire quali sono i passi giusti da seguire nella delineazione, e non ricordiamo quali sono i fattori da considerare nel tema. 

Così andiamo avanti ed indietro tra il libro di oraria ed il computer fin quando non ci stanchiamo, e lasciamo perdere la carta. Eppure l'interpretazione sembrava la cosa più facile del mondo, con l'autore delineava la carta in modo così chiaro e sicuro. Perchè noi non riusciamo a fare altrettanto?


La risposta si trova in questo esempio di interpretazione, tratto da un famoso classico moderno dell'oraria. Traduco:






Esempio di interpretazione

 

Tema #3. Il cliente deve accettare l'offerta di lavoro? 14 maggio 1970, 15:10, Washington D.C.


Il tema #3 è il tema della prima offerta ricevuta dal cliente, che gli giunse senza alcuno sforzo da parte del direttore di un'azienda che aveva saputo che il cliente era senza lavoro, e che pensava che la sua esperienza nel vincere appalti pubblici avrebbe fatto al caso loro. Il cliente era entusiasta dell'offerta, 75.000 dollari all'anno per riorganizzare il settore vendite, più una generosa commissione su tutti gli appalti vinti presso il governo americano o governi stranieri. […]

Dissi al cliente di rifiutare l'offerta. 
Poiché questo è un tema di evento, la prima casa governa la persona che inizia l'azione in questo caso il direttore dell'azienda che aveva contattato il cliente. Qui la prima casa è governata da Mercurio retrogrado, nell' ottava casa della morte e della perdita, congiunto a Saturno. Plutone retrogrado (morte) sorge. Gli dissi che il direttore era molto anziano, malato e prossimo alla morte. La Luna (funzione) è nella dodicesima casa del direttore, ma anche in Vergine, quindi agisce sul lato nascosto della prima casa. Il vecchio si ostinava a mantenere un'azienda antiquata (Mercurio congiunto a Saturno), rifiutando di spiegarne il funzionamento. L'azienda era un'azienda vecchia maniera, ed il direttore era troppo vecchio e malato per mandarla avanti, ma allo stesso tempo troppo geloso del proprio potere per delegare la sua autorità a chiunque altro.

Il cliente disse “Vero, ed è per questo che vuole assumermi.”
Gli feci notare come i modi dittatoriali del vecchio, la sua paranoia e segretezza avessero mezzo l'azienda nei guai (Luna in dodici in congiunzione al Nodo Sud, e parte di fortuna nei gradi dei nodi). Non sarebbe stato solo il vecchio a morire, l'azienda se ne sarebbe andata con lui.
Se avesse accettato, il cliente avrebbe dovuto trasferirsi, sostenendo spese ingenti, ma l'azienda avrebbe chiuso presto (Mercurio retrogrado). Il cliente disse che ciò era vero: avrebbe dovuto trasferirsi a Chicago.

Il potenziale – ed indesiderato – trasloco è indicato dalla condizione del Sole. La settima casa governa il cliente, quindi la sesta dalla settima, ovvero la dodicesima, governa il suo impiego. Il Sole (governatore della dodicesima), cade nella terza dalla settima, indicando un nuovo ambiente che non sarebbe stato all'altezza delle sue aspettative. Questo perché il Sole, anche se trigono a Plutone, era opposto a Nettuno (delusioni o inganni). Il trigono del Sole a Plutone (il vecchio direttore) indicata l'offerta di lavoro, ma il vecchio non sarebbe riuscito a mantenere la promessa perché Plutone era retrogrado. Quindi il cliente, dopo essersi trasferito, avrebbe dovuto fare ritorno alla sua attuale residenza (la quarta della settima) poiché il suo governatore, Mercurio, era retrogrado. 
Gli dissi che l'azienda era prossima alla bancarotta (Giove retrogrado in seconda ed il Sole opposto a Nettuno).
L'ultimo pianeta cui la Luna si era congiunta era stato Venere in Gemelli, che aveva appena terminato una congiunzione a Marte, signore dell'ottava casa della bancarotta. Da ciò giudicai che vi erano state discussioni di una fusione o di un'acquisizione, per cercare di salvare almeno parte del denaro degli azionisti. […]
Il cliente rifiutò l'offerta. In un incontro successivo mi disse che il vecchio era morto, lasciando tutto in disordine, e che gli eredi avevano aperto le trattative con una grande azienda, per vendere anche se a condizioni meno favorevoli di quelle inizialmente offerte.

Barbara Watters, Horary Astrology and the Judgement of Events, Washington: Valhalla, 1973, pp. 126 – 130.

L' interpretazione e' ben illustrata, scorrevole e soprattutto corretta. Questo è lo stile interpretativo che trovate in ciascun libro di astrologia oraria, senza eccezione ed è questo tipo di esempi che non riuscirà mai a farvi capire come interpretare una vostra oraria, cosa è importante nella carta, e cosa non lo è.

L'autore non rivela la tecnica, direte, perché non vuole perdere clienti. Ed invece no, perché Watters – pur avendo un approccio moderno che io non condivido – nel suo libro ha rivelato tantissime nozioni tecniche. Praticare l'astrologia è una cosa diversa dall'illustrare la tecnica. Ciò che l'autrice non fa è illustrare passo dopo passo la tecnica da applicare.  
Quindi, procediamo ancora una volta con l'interpretazione del tema n. #4, illustrata passo dopo passo. La mia tecnica è diversa da quella di Watters, ma il risultato è lo stesso.

Si intende che siete perfettamente a vostro agio nel sentir dire cose come “l'Ascendente è assediato” oppure “la Luna è in Via Combusta”, “Mercurio è in Hayz” eccetera. Se così non è, il suggerimento è approfondire questi elementi di tecnica astrologica, per poi svolgere l'esercizio.


Le cose che vi servono


  • Il tema giusto (non è detto che sia il tema orario!), stampato su un foglio A4. Senza asteroidi, pianeti ipotetici, parti arabe ecc. diversamente il tema diventa difficile da leggere. La scelta di includere o meno Urano, Nettuno e Plutone dipende dall'approccio che preferite.
  • Una tabella delle velocità medie dei pianeti, ovvero: Saturno 2' 1'', Giove 4' 52'', Marte 37'', Sole 59' 8'', Venere 59' 8'', Mercurio 59' 8'', Luna 13 10' 36''
  • Uno schema di calcolo delle dignità e debilità planetarie, che potete scaricare qui.
  • I problemi, che trovate qui sotto
  • Le soluzioni, che posto la prossima settimana 
  • Carta e penna

...quando avrete tutte queste cose sul vostro tavolo mettetevi tranquilli per un po' di tempo, e seguite questi “passi” uno ad uno, facendo tutti gli esercizi. Guardate le soluzioni solo dopo, per capire se avete sbagliato e cosa. Che applichiate tecniche moderne o classiche, il risultato è simile. Ovviamente le tecniche classiche sono più accurate. Ma l'approccio da utilizzare è questione di scelta personale.



Problemi


(ovvero come analizzare un tema orario)


Problema #1. Valutare la domanda
La domanda è importante o è stata posta per gioco, per noia o per ansia? E' possibile ottenere risposta, o sapere come vanno le cose, semplicemente aspettando un paio di giorni, settimane o magari mesi, o parlando a persone?

Se la domanda non è importante, e se potete conoscere la risposta semplicemente aspettando, non erigete il tema. Semplicemente: distraetevi, fate qualcosa, qualsiasi cosa. Innaffiate le piante, cambiate la lettiera al gatto, cucinate. La risposta verrà da se. In questo caso l'astrologia non è necessaria.

Problema #2. Che tipo di tema è adatto per questa interrogazione?
I casi in cui è necessario erigere un tema elettivo anziché un tema orario sono sicuramente specificati nel vostro manuale. Quindi, erigete il tema che fa al caso vostro – sia esso un tema elettivo oppure un tema orario.

Problema #3. Quali sono i significatori?
Per risolvere questo problema, può essere necessario rileggere la descrizione delle case. I significatori sono attribuiti partendo dalle case. Osservate dove si trovano le cuspidi, e che pianeti le governano. Osservate se una casa si estende su più segni, e che pianeti li governano. Non dimenticate di notare se una delle cuspidi è congiunta ad una stella fissa.
Problema #4. Si verifica almeno una delle c.d. “considerazioni prima del giudizio”?
Se si, siamo in presenza di un “campanello di allarme”. Alcuni scrivono che la presenza di una delle “considerazioni” rende la carta invalida. In realtà la carta è validissima. Ciascuna delle considerazioni ha un significato diverso, che va gioco forza tenuto in considerazione nell'interpretazione.

Problema #5. In che condizione sono i significatori?
Le prime volte è utile compilare lo schema di calcolo. Man mano che acquisirete pratica, saprete immediatamente trovare la soluzione a questa domanda. Considerate anche congiunzioni a stelle fisse.

Problema #6. In che condizione è la Luna?
Idem, ma osservate anche la fase lunare, ed eventuali congiunzioni a stelle fisse. Vi è chi considera la Luna un co-significatore del consultante, e vi è chi ritiene che la Luna mostri la sequenza degli eventi. Io propendo per la seconda interpretazione.

Problema #7. Quali aspetti ha appena formato la Luna?
Qui potete applicare vari metodi. Vi è chi guarda la carta, chi usa un software, chi adotta il metodo della linea graduata ecc.

Problema #8. Quali aspetti formerà la Luna?
Come sopra.

Problema #9. Esistono aspetti tra i significatori? Esistono aspetti per antisci?
Cerchiamo solo gli aspetti tolemaici, ed inoltre: raccolte e traslazioni di luce ecc. Gli antisci non vanno mai dimenticati perché complementano gli aspetti esistenti nel tema.

Problema #10. Che aspetti ricevono i significatori?
Qui entrano in gioco gli altri pianeti, che non hanno il ruolo di significatori.









venerdì 12 settembre 2014

Come affrontare il transito di Mercurio retrogrado - dal 4 al 24 ottobre 2014

Per la terza ed ultima volta nel 2014 Mercurio sta per andare retrogrado. Le due retrogradazioni precedenti si sono verificate dal 6 al 28 febbraio e dal 7 al 30 giugno. Stavolta il ciclo di Mercurio retrogrado inizia il 4 ottobre e va avanti fino al 24. 

In linea di massima sappiamo quali sono le attività da evitare durante un ciclo di retrogradazione, quindi non mi dilungo su cosa fare e cosa non fare tra il 4 ed il 24 ottobre - i consigli sono i soliti: niente firme di contratti, niente acquisti importanti, aspettatevi contrattempi ed intoppi vari ecc. 

Infografica: guida a Mercurio retrogrado

Retrogradazione e stato celeste di Mercurio 


La retrogradazione inizia a 2° 17' dello Scorpione, il 4 ottobre. Mercurio compie il suo ingresso in Bilancia l'11 ottobre, per riprendere il moto diretto a 16° 49' della Bilancia, sabato 25 ottobre e procedere in moto diretto fino al 21 gennaio prossimo. 

Durante i 21 giorni della retrogradazione lo stato celeste del pianeta è senza infamia e senza lode: Mercurio attraversa un'area dello zodiaco dove non gode di alcuna dignità. E' peregrino. Dall'11 al 16 ottobre, Mercurio è “sotto i raggi del Sole”. Il 16 perfeziona una congiunzione ad Arcturus. Il 17 entra in combustione a 23° della Bilancia, e perfeziona un sestile con Marte in Sagittario, ed una congiunzione a Spica. Il 18 si congiunge a Venere in Bilancia. Dal 18 al 23 Mercurio è nuovamente “sotto i raggi”, anche se il 20 invia un sestile a Giove in Leone. 


Possibili effetti 


La congiunzione di Mercurio a Venere, suo dominatore, ed il sestile a Giove mitigano gli effetti della retrogradazione. Questi aspetti piuttosto che grandi ritorni o riscosse, potrebbero semplicemente indicare giornate piacevoli, dedicate alla nullafacenza o alla socializzazione, al pettegolezzo o alla buona cucina. 

Gli aspetti tra Mercurio, il Sole e le due stelle fisse Arcturus e Sirio indicano che 16 ed il 17 per alcuni potrebbero essere delle giornate eccezionali, favorevolissime ad avviare nuovi contatti, ed in alcuni casi – se gli aspetti cadono sul vostro Medio Cielo e sono ben appoggiati dalle direzioni e dalle rivoluzioni – addirittura per ottenere opportunità di lavoro magari da persone con cui avevamo un po' perso i contatti. 

Per interpretare correttamente la retrogradazione, il consiglio è di fare riferimento ai simboli tradizionali di Mercurio, letti in relazione ai simboli tradizionali della Bilancia. Sia i primi che i secondi sono disponibili in ogni buon manuale di astrologia classica – molti testi ormai si trovano online, anche se le vere chicche non sono disponibili gratis (purtroppo: ogni sapere dovrebbe essere libero). Chiaramente i simboli da considerare saranno i simboli più vicini a quello che state facendo qui ed adesso. Non a quello che vorreste fare, o che desiderate. L'astrologia 'funziona' in riferimento alle situazioni che esistono adesso, e raramente indica eventi inaspettati, e ancor più di rado promette immense fortune o enormi disgrazie. 

Prepararsi alla retrogradazione


Per chi non ha una natività ove punti importanti sono attivati dalla congiunzione, la retrogradazione di Mercurio ha effetti molto meno notevoli, in molti casi impercettibili. Se però nella vostra natività Mercurio è molto forte, o siete nati sotto un segno governato da Mercurio (Vergine e Gemelli), vale la pena prepararsi ad affrontare la retrogradazione nel modo migliore. La legge di Murphy in vigore durante questo periodo è che se qualcosa può andar male, andrà male. 

Fino ad un paio di anni fa, ho considerato i transiti di Mercurio retrogrado con grande scetticismo, ignorandoli del tutto. Di recente ho rivisto questa mia convinzione, e vi sono alcune precauzioni che adotto. Si tratta di precauzioni molto semplici e basate sul buon senso, che vi elenco.

PRIMA della retrogradazione 

  1. Anticipo tutti gli acquisti in internet, o li posticipo fino alla fine della retrogradazione. 
  2. Effettuo un back-up di tutti i miei dati. Questa sarebbe una cosa da fare ogni settimana, ma io di solito effettuo il back-up dei dati non più di una o due volte l'anno (strano ma vero).
  3. Cerco di concludere tutti i lavori e gli impegni in corso, il più velocemente possibile.
  4. Evito accuratamente di mettere mano a vecchi lavori in sospeso, ed inizio ad occuparmene solo a retrogradazione avvenuta.

Affrontare la retrogradazione


Quando la retrogradazione si presenta, molte volte è semplicemente necessario subire ritardi, o correre ai ripari. In linea di massima durante una retrogradazione:

  1. Rispondo a messaggi, richieste di appuntamenti ecc. con leggero ritardo: sette volte su dieci la persona che vi invita o che vuole incontrarvi sposta l'appuntamento, o lo annulla. 
  2. Cerco di evitare ogni nuovo progetto, salvo quelli che per necessità di cose non è possibile posticipare. 
  3. Cerco di evitare eccessivi sforzi fisici. In altre parole: me la prendo comoda. Ma questo dipende dalla condizione di Mercurio nel mio tema. 

I giorni segnati in rosso indicano il periodo della retrogradazione

Trarre vantaggio dala retrogradazione


Detta così sembra che il periodo di retrogradazione di Mercurio sia un periodo terribile, da evitare come la peste. Ed invece no. Ci sono tantissime cose che è consigliabile fare durante una retrogradazione e non parlo solo dei suggerimenti che vanno per la maggiore: meditare, riflettere, riordinare. Meditare, riflettere, riordinare, rinegoziare, riscrivere sono un po' le parole chiave di ogni retrogradazione di Mercurio. Ma vi è di più. 

Dovete incontrare quella persona che proprio non sopportate? Bene, fissate il vostro appuntamento quando Mercurio è retrogrado, meglio se la Luna è anche vuota di corso, ed avrete risolto molti dei vostri problemi. Dovete ad ogni costo intraprendere un'iniziativa, avviare un progetto del quale non volete proprio sentire parlare, e nel quale non credete? Idem, il consiglio è lo stesso. Infine, i periodi in cui Mercurio è “sotto i raggi” favoriscono la segretezza. 

Adesso, sapete come regolarvi....

Giornate da tenere d'occhio 

  • 4 ottobre – inizio della retrogradazione
  • 11 ottobre – ingresso in Bilancia
  • 11 – 16 ottobre – Mercurio “sotto i raggi”
  • 16 ottobre – congiunzione alla stella fissa Arcturus
  • 17 ottobre – combustione, sestile a Marte in Sagittario, congiunzione a Spica
  • 18 ottobre – congiunzione a Venere in Bilancia 
  • 20 ottobre – sestile a Giove in Leone
  • 18 – 23 ottobre – Mercurio “sotto i raggi”






venerdì 5 settembre 2014

Bibliografia di astrologia classica (work in progress)

Condivido sul blog una breve bibliografia di astrologia classica e di testi sulla storia dell'astrologia,  che non ricordo (a torto o ragione) di aver visto menzionati in rete.

Abu Ma'shar.On historical astrology: the book of religions and dynasties . Leiden: Boston, 2000. 

Anubio. Carmen astrologicum elegiacum. Monachii: Lipsiae, Saur, 2006. 

Chejne, Anwar G. Ibn Hazm. Chicago: Kazi Publications, 1982.

Cumont, Franz Valery Marie. Astrology and religion among the Greeks and Romans. New York: Dover Publications: 1960. 

Hephaestio Thebanus.   Hephaestionis Thebani apotelesmaticorum libri tres, vol II. David Pingree ed. Leipzig: Teubner, 1973.
_________________. Hephaestionis Thebani apotelesmaticorum epitomae quattuor, vol II. David Pingree ed. Leipzig: Teubner, 1974.

Herrin, Judith. A medieval miscellany. New York: Viking Studio, 2000. 

Hessler, John W. A renaissance globemaker's toolbox: Johannes Schoener and the revolution of modern science, 1495-1550. Washington, DC: Library of Congress, 2013. 

Kay, Richard. Dante's Christian astrology. Philadelphia: University of Pennsylvania Press, 1994. 

Lucas, John Scott. Astrology and numerology in medieval and early modern Catalonia: the Tractat de prognostication de la vida natural dels homes. Leiden: Brill, 2003. 

Luck, Georg transl. Arcana mundi: magic and the occult in the Greek and Roman worlds: a collection of ancient texts. Baltimore: John Hopkins University Press, 2006. 

Popovic, Mladen. Reading the human body: physiognomies and astrology in the Dead Sea scrolls and Hellenistic early Roman period Judaism. Leiden: Brill, 2007. 

Richer, Jean. Sacred geography of the ancient Greeks: astrological symbolism in art, architecture and landscape. Albany: State University of New York Press, 1994.

Rochberg, Francesca. The heavenly writing: divination, horoscopy and astronomy in Mesopotamian culture. Cambridge, NY: Cambridge University Press, 2004. 

Samso, Julio. Islamic astronomy and medieval Spain. Brookfield: Variorum, 1994.

Snodgrass, Mary Ellen. Signs of the zodiac: a reference guide to historical, mythological, and cultural associations. Westport: Greenwood Press, 1997. 

Stephenson, Bruce. The music of heavens: Kepler's harmonic astronomy. Princeton: Princeton University Press, 1994.

Stuckrad, Kocku von. Locations of knowledge in medieval and early modern Europe: esoteric discourse and Western identities. Leiden and Boston: Brill, 2010. 

Sylla Edith and Michael McVaugh eds. Texts and contexts in ancient and medieval science: studies on the occasion of John E. Murdoch's seventieth birthday. Leiden e New York: Brill, 1997. 

Swerdlow, N.M. Ancient astronomy and celestial divination. Cambridge: M.I.T. Press, 1999. 

Thulesius, Olav. Nicholas Culpeper, English physician and astrologer. New York: St. Martin's Press, 1992.

Vettii Valentis Antiocheni Anthologiarum libri novem. David Pingree ed. Leipzig: B. G. Teubner, 1986.

Westman, Robert S. The Copernican question: prognostication, skepticism, and celestial order. Berkeley: University of California Press, 2011. 

Zambelli, Paola. The Speculum astronomiae and its enigma: astrology, theology and science in Albertus Magnus and his contemporaries. Boston: Kluwer Academic, 1992. 



mercoledì 3 settembre 2014

Opinione su di un tema natale, e riscontro.

“Nella rivoluzione solare 2014/2015 ho una congiunzione di Marte e Saturno nella dodicesima casa. So che Saturno in dodicesima quadrato a Marte indica incidenti e magari anche la morte. Ho paura di uscire di casa. Pensavo di fare un viaggio a XXX l'anno prossimo.”

Ricevo questa richiesta qualche giorno fa, e rispondo.

Nel tema natale vi è una quadratura tra Saturno in Scorpione, in dodicesima casa e Marte/Mercurio in Leone, in nona casa. Questo è l'aspetto che ha suscitato preoccupazione in chi mi ha scritto. 



La quadratura coinvolge un Saturno in dodicesima, e se dicessi che si tratta di un aspetto facile mentirei. Però Saturno è ricevuto da Marte, pianeta che invia un trigono all'Ascendente - condizioni che mitigano la quadratura. Cosa più importante, né Marte né Saturno hanno dignità sull'ottava casa. 

L'afflizione del caso ha a che fare non con il corpo, ma con il viaggio che si intende fare l'anno prossimo. Farei meglio a dire: il trasferimento che si vorrebbe fare. Il tema infatti indica che i viaggi intrapresi sono difficili e faticosi, e che recano danni - piuttosto che i vantaggi che ci si aspetta. La possibilità di un notevole spreco di risorse economiche non è affatto da escludere. Il problema non è tanto lo stato d'ansia presente, quanto la decisione di intraprendere questo spostamento, con tutte le conseguenze che esso comporterebbe. 

Le direzioni attive in questo momento sono:

Saturno al trigono di Mercurio - Direzione conversa - attiva dal 11 ottobre 2013
Saturno al sestile di Marte - Direzione diretta - attiva dal 22 novembre 2013

E non si tratta di direzioni pericolose. Se un evento non è indicato nel radix, non può essere dedotto dall'interpretazione delle rivoluzioni e delle direzioni. Il radix non contiene l'indicazione che la lettrice temeva, ma suggerisce possibilità di tipo diverso. 

(Attenzione, questo non significa che possiamo tranquillamente "guidare di notte a fari spenti"! )

La rivoluzione solare 2014-2015 è notevole: 



Troviamo l'Ascendente di rivoluzione quasi congiunto all'Ascendente natale, e la congiunzione Marte-Saturno in dodicesima di rivoluzione su Saturno radicale in dodicesima. La quadratura radicale è inoltre attivata da Venere di rivoluzione, congiunta a Marte-Mercurio radicali. Giove, significatore generale dei viaggi su lunghe distanze, è in nona casa. In un certo senso, si tratta di un anno decisivo, un anno di svolta. 

Le conseguenze di questa svolta però non possono andare oltre il potenziale del radix. A meno che non ci si voglia trasferire per studiare anatomia patologica, antropologia forense, scienze delle attività penitenziarie insomma - intraprendere attività analoghe al simbolismo di Marte-Mercurio-Saturno tra 9 e 12 - le indicazioni del radix sono chiare. 

Quest'anno la possibilità di un trasferimento è indicata. La decisione però resta pur sempre all'individuo. 

Riscontro (update)

Il metodo di delineazione si è rivelato corretto: la persona che mi ha scritto stava programmando un viaggio nella primavera del 2015, per motivi di formazione. Il viaggio coinvolgerebbe varie difficoltà legate tanto alla sfera professionale quanto a quella personale. 

giovedì 28 agosto 2014

Vettio Valente, Tolomeo, Abu Ali e William Lilly sulla sterilità e la fertilità.


Questo post nasce da una discussione recentissima sulle indicazioni di sterilità nei temi natali, che, incuriosendomi, mi ha spinto a prendere i testi che avevo sottomano, per comprendere come gli autori classici hanno trattato questa questione. Chiaramente, queste NON SONO diagnosi mediche, ma solo scritti di astrologi attivi in passato.

Qui di seguito trovate delle traduzioni da una piccola selezione di testi. I passi tradotti sono offerti "così come sono" e non hanno pretesa di completezza né di rigore filologico. A presto i commenti, e molto probabilmente delle integrazioni.



Antologia, Libro I, paragrafo 1


Saturno da scapoli e nubili, lutti e mancanza di figli.

Antologia, Libro I paragrafo 39



La parte dei figli, che è dedotta da Mercurio e Venere, deve essere esaminata. Se è afflitta da Saturno e Marte, causa mancanza di figli oppure la loro perdita, ma se è aiutata da Giove dà ottimi figli. Quindi è necessario esaminare il governatore della casa della parte dei figli, che è calcolato così: per le natività maschili, la parte è trovata calcolando la distanza da Giove a Mercurio (per le donne, da Giove a Venere), e poi contando questa distanza dall'Ascendente. Se il governatore della parte dei figli è in aspetto con i malefici, distrugge i figli. Se è in aspetto con i datori di figli, indica progenie.

Petosiris dice: “Quando Giove, Venere e Mercurio non sono afflitti, indicano ottimi figli. Quando è vero il contrario, causano lamenti e la morte dei figli. Se le stelle in aspetto con i Datori di Figli sono in segni bicorporei, o essi sono in segni bicorporei, il numero si raddoppia. Astri femminili in aspetto con il Datore di Figli danno figlie femmine. Stelle maschili danno figli maschi.”

Per natività maschili: Se Giove è con Marte come il governatore della casa di Marte, o se Marte è il governatore della casa di Giove e se Saturno è in aspetto con Venere o nella casa di Venere, la configurazione produce mancanza di figli, e taglia quelli che già sono nati.

Per natività femminili: la Luna nei luoghi di Mercurio e Venere in segno maschile in aspetto a Saturno o con Saturno come governatore della sua casa causa mancanza di figli e distrugge quelli già nati. Se Giove è in contatto con la Luna o Venere, se la Luna è nei luoghi di Mercurio, se Saturno è in opposizione o al Medio Cielo, e se Marte è in aspetto con Saturno, il nativo avrà un solo figlio o sarà senza figli. Venere in aspetto con Giove ed afflitta da Saturno è causa di parto difficile. Se anche la Luna è afflitta, il nativo non avrà figli. Saturno e Marte al Medio Cielo, o uno al Medio Cielo, l'altro al Fondo Cielo, causano mancanza di figli a meno che un benefico sia in aspetto.





Tetrabiblos
Libro IV Capitolo 5. Del Matrimonio


(...) Ancora, se Venere è con Saturno, produce solo unioni piacevoli e durature, ma se Mercurio è presente, esse sono anche benefiche. Ma se Marte è presente il matrimonio sarà instabile, dannoso e pieno di gelosie. E se essa è nello stesso aspetto ad essi, indica matrimonio con coetanei, ma se si trova più ad Est di essi, matrimonio con uomini o donne più giovani, e se si trova più ad Ovest, con uomini o donne più anziani. Ma se Venere e Saturno sono anche in segni comuni, cioè il Capricorno o la Bilancia, portendono matrimonio tra consanguinei. Se la Luna è presente in questa configurazione quando è all'oroscopo o al Medio Cielo, essa fa si che gli uomini sposino le loro madri, o le sorelle delle madri, o le madri adottive, e che le donne sposino i loro figli, i figli dei loro fratelli, o i mariti delle loro figlie. Il Sole, particolarmente se i pianeti tramontano, fa si che gli uomini sposino le proprie figlie, le sorelle delle proprie figlie, o le mogli dei propri figli, e che le donne sposino i padri, i fratelli dei padri, o i padri adottivi. Ma se avviene che questi aspetti non sono composti da segni dello stesso genere, ma in luoghi femminili, producono individui depravati, pronti in ogni modo alla partecipazione attiva e passiva, ed in ogni caso osceni, come ad esempio nella parte iniziale e finale dell'Ariete, nelle Iadi, in Acquario, nelle ultime parti del Leone e nel volto del Capricorno. Ma se la configurazione è angolare, sui primi due angoli, l'orientale ed il Medio Cielo, fanno mostra della loro anormalità e la portano persino nei luoghi pubblici. Sugli ultimi due, l'occidentale ed il settentrionale, producono spadoni ed eunuchi, donne sterili e quelle senza menorrea. Se vi è Marte, uomini che hanno perso i genitali, oppure le cosiddette tribadi.


Libro IV, Capitolo VI.
Dei Figli

Poichè l'argomento dei figli segue quello del matrimonio, dobbiamo osservare i pianeti al Medio Cielo o in aspetto con esso o con la sua succedente, la casa del Daimon o, di norma, quelli connessi ai luoghi diametralmente opposti. E noi dobbiamo considerare che la Luna, Giove e Venere portendono figli, il Sole, Marte e Saturno indicano pochi figli o nessuno. Mercurio deve essere considerato comune a qualsiasi gruppo di pianeti si trova in aspetto, e dà figli se è stella mattutina, mentre li toglie se è stella vespertina.

I pianeti che danno prole, quando sono semplicemente in questa posizione e da soli, danno prole singola, ma se sono in segni bicorporei e femminili, ed allo stesso modo in segni fecondi, come i Pesci, il Cancro e lo Scorpione, [ne] danno due o più. Se sono maschili, poiché sono in segni maschili o in aspetto al Sole, danno figli maschi, ma femminili se sono femminili. Se i pianeti malefici prevalgono, o se si trovano in luoghi sterili, come il Leone o la Vergine, danno figli, ma non a buon fine né per molto tempo. Quando il Sole ed i pianeti malefici governano questi luoghi, se sono in segni maschili o sterili, e se non sono sopraffatti dai benefici, significano totale mancanza di figli. Ma se sono in segni femminili o fecondi o hanno la testimonianza dei benefici, danno discendenza, ma patirà ferite ed avrà vita breve. Se entrambe le hairesis sono in relazione con i segni che significano la prole, vi saranno perdite tra i figli, o di tutti o di alcuni, in base alla superiorità dei pianeti della hairesis che testimonia, qualsiasi sia in maggiore numero o potenza, poiché sono più prossimi all'Oriente o più vicini agli angoli, o superiori, o succedenti. Se i pianeti che governano detti segni ascendono, e danno figli, e se si trovano nei propri luoghi, daranno figli famosi ed illustri. Ma se discendono e si trovano in luoghi della hairesis opposta, i figli saranno umili ed oscuri. E se sono in armonia con l'oroscopo e con la Parte di Fortuna, i figli saranno amati dai genitori, attraenti, ed erediteranno il patrimonio dei genitori. Se sono disgiunti o opposti, saranno litigiosi, fastidiosi, causeranno danno e non otterranno il loro patrimonio. Allo stesso modo, se anche i pianeti che danno figli sono in aspetto armonioso tra essi, i figli nutriranno amore fraterno e rispetto reciproci. Ma se sono disgiunti o opposti, i figli litigheranno o tesseranno trame ed intrighi. Dettagli possono congetturarsi usando in ogni caso come oroscopo il pianeta che dà figli, e facendo dell'indagine su questo pianeta e procedendo l'indagine degli argomenti più importanti dal resto della configurazione, come in una genitura.



Libro IV. Capitolo XII.
Di ferite e malattie


(…) in massima parte è un principio generale che e ferite si verifichino quando i pianeti malefici significatori sono orientali, e le malattie quando sono vespertini. Il motivo è che queste due cose sono distinte – una ferita affligge il soggetto una volta per tutte e non da dolore duraturo, mentre una malattia si verifica in maniera cronica o acuta.

(…) Ancora se Venere è su uno dei segni suddetti, particolarmente [se è] occidentale, congiunta a Saturno o in aspetto con esso o se ha scambiato le case, ed è inferiore a Marte o lo ha in opposizione, gli uomini sono sterili, e le donne hanno aborti, nascite premature, ed embriotomie, particolarmente in Cancro, Vergine e Capricorno (...)






Il Giudizio delle Natività
Capitolo 20. La condizione dei figli, e delle cose significate dalla quinta casa.


Per queste, guarda alla casa dei figli ed al suo signore, a Venere e Giove, ed anche alla parte dei figli ed al suo signore, ed al signore della triplicità di Giove. Poichè quello che tra questi ha maggiore dignità in un segno di molti figli, libero da ogni aspetto dei pianeti malefici, in aspetto all'Ascendente, e particolarmente se è in un angolo o succedente agli angoli significa molti figli.


E se è in un segno che significa pochi figli, impedito da pianeti malefici, e Giove è combusto, e Venere impedita, significa che il nativo sarà sterile e non avrà mai figli. E se il signore dell'Ascendente si applica al signore della settima, significa molti figli che non sono legittimi. E se il signore della settima si applica al signore dell'Ascendente, significa figli da schiave. E di che molti figli sono significati da Giove e da Venere, pochi da Saturno e Marte ed un numero intermedio dal Sole, dalla Luna e da Mercurio.

Ma se i signori della triplicità di Giove sono in buoni luoghi del cerchio, significano molti figli e gioia da essi. Ma se uno di essi è in un luogo favorevole, ed altri in luoghi reietti o malefici, significa che il nativo avrà un figlio eccellente ed onorato. Ma tristezza sarà a lui causata dal resto dei suoi figli, poiché se i signori della triplicità di Giove sono cadenti dagli angoli o sotto i raggi del Sole, pochi figli sono indicati.

Inoltre, se Giove e Mercurio sono nei proprio domicilio o esaltazione, negli angoli o nelle succedenti agli angoli, ed i signori delle loro triplicità sono in luoghi favorevoli del cerchio, liberi da qualsiasi aspetto dei malefici e dagli impedimenti, significa molti figli e gioia da essi. E guarda alla parte dei figli ed al suo signore, al pianeta unito ad essa, o alla stella configurato con essa, e giudica la fortuna dei figli in base alla misura delle case ed alla loro qualità di forza o debolezza.

E sappi che quando la parte dei figli è in un angolo o in una succedente, significa molti figli ed armonia tra essi. Se è cadente dagli angoli, e specialmente nelle case che non sono in aspetto con l'Ascendente, significa pochi figli ed un veloce distacco. Inoltre se la parte dei figli non è in aspetto a pianeti favorevoli, significa la morte del primogenito, che forse può essere nato morto. Ed il nativo avrà sempre dispiaceri dai fuoi figli. Ma se vi è un pianeta fortunato quadrato o opposto alla parte dei figli, significa molti figli. Ma se un pianeta malefico lo osserva con gli stessi aspetti, significa pochi figli e poca gioia da essi. E se Venere è impedita da Saturno, guarda alla parte dei figli. E se è in un angolo e non aspetta Giove o Venere, significa pochi figli e sterilità, particolarmente se anche la Luna è impedita.

E se Giove, Venere e Mercurio sono liberi dagli aspetti dei pianeti malefici, liberi da retrogradazione, e liberi da combustione, il nativo sarà padre di molti figli. Ma se sono impediti dai malefici, o nel loro esilio e caduta, o sotto i raggi del sole, non avrà figli, e se ne ha moriranno.

E se un pianeta fortunato è nel quinto segno, ed il signore della casa dei figli è libero da ogni aspetto dei pianeti malefici e libero da impedimenti, ed in aspetto al Medio Cielo, significa che il nativo avrà molti figli che andranno d'accordo. Diversamente un pianeta malefico nella casa dei figli, ed il signore della casa dei figli cadente da un angolo significa pochi figli e la morte precoce di uno di essi, e specialmente se è cadente dall'angolo della quarta o della settima. Ed in tutte le natività i luminari impediti da un pianeta malefico, e senza aspetti dei pianeti fortunati significano pochi fili e poco denaro.

Se hai compreso e considerato correttamente tutto ciò, raggiungerai la verità in questi giudizi, se Dio vuole.




Christian Astrology, Volume III
La Quinta Casa ed i suoi Giudizi ad es. dei Figli



Qui devi considerare la quinta casa, poi la undicesima e la prima, e se in queste case trovi pianeti fertili in segni prolifici, figli sono promessi. Segni sterili sono sulla cuspide di queste case, e pianeti aridi in esse, sono un'argomentazione di mancanza di prole. Quando nessun pianeta è in queste case, fai ricorso al signore della quinta, e raccogli le testimonianze di sterilità e fertilità, giudicando in base alle testimonianze maggiori.


I pianeti che significano ciò sono Giove, Venere, la Luna così come il Nodo Nord.
Pianeti aridi [sono] Saturno, Marte, il Sole, ed a questi significatori si aggiunge il Nod Sud.

Mercurio è di una tale natura convertibile, e così indifferente da essere giudicato in base al pianeta la cui natura assume, o per congiunzione o aspetto, o nella sua costituzione per dignità essenziale, come noi abbiamo in precedenza descritto nel giudizio sulla terza casa.

Se un pianeta che promette prole è nella quinta, ed un pianeta di natura contraria nell'undicesima, preferisci il pianeta nella quinta al pianeta nell'undicesima e dì che il nativo avrà figli. Al contrario, se il pianeta sterile è nella prima, ed un prolifico nell'undicesima, il significato è di sterilità e mancanza di figli, diversamente il contrario.

Se in queste case non vi sono pianeti, considera il signore della prima, se è un pianeta fecondo il nativo avrà figli. Se è un pianeta sterile, il nativo non ne avrà, o ne avrà pochi, o [non] vivranno.

Considera la natura dei segni dove sono i pianeti, che mostrano fertilità o sterilità, se sono sterili o fertili, o di significato mediocre, la qualità di questi segni va mischiata e conferita alla natura dei pianeti. Poichè se un pianeta fecondo è in segno fertile, specialmente nella quinta casa, è un significatore evidente di prole. Giudica il contrario di un pianeta sterile in segno sterile. Un pianeta fertile in segno sterile mostra mediocrità, nel qual caso devi ricorrere agli altri significatori. Un pianeta di natura sterile in un segno fertile fa poco in questo tipo di giudizio. Pronuncia il giudizio sull'aver prole o meno secondo il numero di testimonianze maggiori.


Albubater, Schoner ed altri hanno tramandato questi aforismi, che sono ampiamente menzionati da Origano a p. 640


Luna e Mercurio nella quinta, ed il signore del segno o dei segni dove si trovano libero da ogni impedimento denotano molti figli.

Mercurio orientale, in buon aspetto con i [pianeti] fortunati, poiché partecipa della loro natura, mostra molti figli. Ma se è occidentale e configurato con gli infortuni, argomenta sterilità.

La Luna in quinta promette figli, ma se Saturno è li, nella stessa casa, avranno cattiva salute.

Se il segno della quinta, il segno dove si trova il signore della quinta, ed il segno ascendente sono prolifici, molti figli sono promessi.

Venere all'Ascendente, e Giove nella settima, mostrano figli, e che da essi deriverà molto bene ai genitori.

Giove trigono alla Luna in segni umani o umidi da figli.

Venere e la Luna nella quinta casa, specialmente in segno fertile, da molta prole, e dichiara che i figli godranno di bene.

Tutti i pianeti in segni fertili danno abbondanza di figli.

Infortuni nella casa dei figli, e sfortunati, se sono deboli, il nativo può avere figli, ma se sono molto afflitti non vivranno. Se grandemente [afflitti] sono argomentazione di sterilità.

Venere in prima o in settima, congiunta o opposta a Saturno, o in una delle sue dignità commutative ad es. lui nei termini di lei e lei nei termini di lui, o se Saturno è in Toro e Venere in Capricorno, indicano sterilità maschile, aborto alle donne, o che il nativo morirà dopo aver visto la luce.

Saturno nella prima ed il Sole quadrato a Giove negano la prole.

Se il Sole, Saturno o Marte governano l'Ascendente, la quinta e la undicesima, senza un buon aspetto dei [pianeti] fortunati, o se sono nella casa dei figli, e non vi è alcun pianeta in quella casa, negano i
figli.

Il Sole con Saturno e Mercurio nell'undicesima o nella quinta, in aspetto alla Luna mostra che il nativo morità senza aver figli, o se nascono, muoiono all'improvviso.

La maggiore testimonianza del non aver figli è il signore della quinta retrogrado o combusto, specialmente quando il significatore è un infortuno. So [di casi] ove Giove è nella quinta di una natività, in Cancro, retrogrado, e non vi sono figli, anche se sia il marito che la moglie sono molto adatti.





mercoledì 20 agosto 2014

Gli pseudonimi e l'astrologia


Un botta e risposta su Twitter mi da l'occasione di condividere una riflessione che già facevo da alcuni giorni. In internet io uso uno pseudonimo, seguendo una tradizione di lunga data.

Il nome William Frederick Allan non vi dirà nulla, eppure tutti conoscono Alan Leo. E chi era Richard James Morrison? Nessun altro che Zadkiel, l'astrologo che rimaneggiò l'opera di William Lilly. E che dire di Walter Gold Orn, meglio conosciuto come Sepharial? Tra gli  astrologi più vicini a noi, giusto per citarne due, abbiamo poi la Dottoressa Horus e Paolo Fox. La scelta di usare uno pseudonimo, come ogni altra scelta, coinvolge dei pro e dei contro.

Usare il proprio nome può servire ad introdurre una chiara distinzione tra l'Astrologia e varie pratiche mantiche. La differenza principale è che chi interpreta un grafico astrologico si limita a tradurre un linguaggio simbolico - il linguaggio dei glifi astrologici - in linguaggio naturale. L'astrologo non proietta le proprie problematiche irrisolte (ne abbiamo tutti) sulla persona che gli sta dinanzi. Ma allora, come spiegare che anche i cartomanti, i venditori di rituali e chi più ne ha più ne metta, molto spesso usano il proprio nome? 


Usare il proprio nome dimostra che dietro i blog vi sono "persone reali". Beh, dipende. Basta un giro veloce sui maggiori siti di freelancing  per rendersi conto che dietro molti post, molti tweet e molti profili, anche di spicco, spesso vi è un ghostwriter pagato per fornire risposte con un tocco di "autenticità" e calore umano.

Usare il proprio nome è una garanzia di affidabilità. Questo è vero in molti casi, ma non in tutti.  Wanna Marchi si presentava con il suo nome e la sua faccia, eppure ha ricevuto l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ed all'estorsione!


Cosa dire dello pseudonimo?

Lo pseudonimo è usato ovunque sui forum di astrologia. "Io non ho nulla da nascondere", direte! Anche chi scrive su La Chioma di Berenice non nasconde nulla, ma scommetto che se scelgo un utente a caso e gli chiedo il numero di carta di identità, non me lo da.

Vi è chi rifiuta di interagire con chi adotta un nick. Il che va benissimo: quando scegliamo di interagire o non interagire sul web, lo facciamo senza avere una pistola puntata alla tempia.

Usare uno pseudonimo è utile a non ricevere strane telefonate nel cuore della notte, o ritrovarvi squilibrati sotto casa. E sul web, si sa, così come nel mondo materiale, è possibile incontrare vari tipi di persone.

Lo pseudonimo, in ogni caso, non influenza la qualità dei contenuti, né il divertimento o l'interesse di chi legge. La delineazione di un tema astrologico è la delineazione di un tema astrologico, e la verifica è fornita dai fatti.

Detto ciò, sono sempre disponibile a conversare - soprattutto in periodi di vacanza come questo, e nel frattempo vi lascio il mio tema natale, ovviamente privo degli extra-saturniani.








domenica 17 agosto 2014

Transiti: la congiunzione Marte-Saturno del 25 agosto 2014. Parte 2

Nel post precedente abbiamo visto come Marte e Saturno non siano pianeti dagli effetti facili. 
L'interpretazione di questo transito nel tema natale va sfumata. In alcuni casi, un transito di Marte congiunto a Saturno può metterci davanti ad una "prova" che avrà su di noi effetti positivi se non addirittura liberatori. 

Se guardiamo agli autori classici, ed ai loro studi di astrologia mondana, notiamo però come le parole chiave di ogni congiunzione Marte-Saturno siano guerre, disordini, omicidi ed instabilità politica. 

In questo post cerco di capire quali effetti sono indicati dalla congiunzione, per cui, bando alla grafica minimalista del mio software preferito (Morinus): ecco il grafico generato da astro.com. 

La carta è stata eretta per Roma, il 25 agosto, alle ore 20:30.


Marte è un pianeta eccessivamente caldo e secco, ed ha il suo domicilio secondario in Scorpione, segno umido e freddo, che mitiga questi attributi di Marte. Marte invia trigono all'Ascendente, che cade nei Pesci, segno della sua stessa triplicità. 

Saturno è un pianeta eccessivamente freddo e secco, che mal si accorda alle qualità dello Scorpione. L'umidità fredda dello Scorpione non riesce a temperare il freddo di Saturno, ma lo intensifica.  Saturno in Scorpione è peregrino: agisce in maniera imprevedibile. Un malefico peregrino, come Saturno, è molto più dannoso di un malefico in domicilio. La collocazione di Saturno nel domicilio di Marte riesce in parte a mitigare questi effetti. 

In Scorpione, il mix Marte-Saturno è pure sempre esplosivo, e le tendenze all'eccesso di entrambe i pianeti sono enfatizzate dalla quadratura di Giove retrogrado in Leone, però la congiunzione non è disastrosa. Chi profetizza guerre, disordini ed instabilità politica in Italia resterà a bocca asciutta: gli effetti della congiunzione si stanno manifestando in maniera molto meno dirompente. Ecco alcuni esempi tratti dalla stampa quotidiana, che riflettono in pieno il simbolismo planetario di Marte e Saturno. 


Update




Infine, nella carta eretta per Roma, la congiunzione è in ottava casa, ed è di questi giorni la notizia di un probabile negoziato segreto tra Roma e Bruxelles sul fiscal compact...



sabato 16 agosto 2014

Transiti: la congiunzione Marte-Saturno del 25 agosto 2014. Parte 1


Hoggar_Desert_(Algerie)

L'aspetto più importante del mese di agosto è la congiunzione tra Marte e Saturno. I due pianeti sono in orbita di congiunzione dal 12 agosto e vi restano fino all' 8 settembre, con la congiunzione che diventa esatta il 25 agosto, a 17° 38' dello Scorpione, alle 20:30.

In astrologia tradizionale Saturno e Marte sono pianeti malefici, e gli autori classici collegano la loro congiunzione a guerre ed instabilità politica.

Quanto agli autori moderni, non sono pochi quelli che in presenza di una congiunzione Marte-Saturno, presagiscono assalti all'arma bianca, fratture, interventi chirurgici d'urgenza, ferite d'arma da fuoco, ustioni di terzo grado e chi più ne ha più ne metta. Se la congiunzione Marte-Saturno poi si presenta nella rivoluzione solare si salvi chi può! La congiunzione Marte-Saturno si ripropone ogni due anni quindi prima o poi una rivoluzione solare con Marte e Saturno congiunti o un transito di Marte congiunto a Saturno capita a tutti.


Marte e Saturno: simbolismo planetario

Va detto comunque che Marte e Saturno non sono pianeti "facili".

In astrologia tradizionale Marte è malefico perché è eccessivamente caldo e secco, e queste qualità nuocciono alla vita.

Immaginate un deserto africano. Il calore e l'aridità rendono la vita molto più difficile che in un ambiente temperato. Marte quindi è ricollegato a tutti gli oggetti, le qualità, le professioni potenzialmente pericolose. Tra gli oggetti abbiamo gli oggetti taglienti, le armi, i corpi contundenti. Tra le professioni i militari, i poliziotti, i chirurghi, i macellai e gli automobilisti. Tra i simboli più scontati vi sono anche i tagli, le ferite e le ustioni.

Saturno è malefico per il principio opposto. Saturno è un pianeta eccessivamente freddo e secco: se il troppo caldo nuoce alla vita, così fa il freddo. La vita è molto difficile - a volte impossibile - in un ghiacciaio esattamente come lo è nel deserto. Le simbologie di Saturno rispecchiano le qualità del pianeta. Tra i simboli più astratti vi sono la razionalità e l'autorevolezza, ma anche la testardaggine e la rigidità di vedute se il pianeta non è in buona condizione. I simboli più concreti di Saturno sono le ossa, i denti, la colonna vertebrale, le unghie, ma anche la povertà, i minatori e le miniere, i coltivatori diretti ecc.
Birth_of_an_Iceberg,_Pine_Island_Glacier,_Antarctica_-_NASA_Earth_Observatory

La congiunzione dei due pianeti può essere fastidiosa, perché le qualità di eccessivo calore e freddezza sono agli antipodi. Come un deserto ed un ghiacciaio non possono esistere insieme, così Marte e Saturno non possono essere in armonia.

La congiunzione Marte-Saturno nel tema natale e nella rivoluzione solare 

Nella congiunzione, Marte "vince" su Saturno, poiché Marte è in Scorpione, nel suo domicilio ed esaltazione, mentre Saturno è fuori dalle due dignità, peregrino. Se Marte in Scorpione è un pianeta difficile ma non catastrofico, il caso di Saturno è diverso. Un pianeta malefico ha effetti peggiori quando è fuori dalle sue dignità, quindi peregrino, in esilio o in caduta. In questo periodo, vi potrebbe essere la tendenza a voler ad ogni costo compiere veri e propri "atti di forza". Questi "atti di forza" sono causati da un'intransigenza, da un voler restare fermi sulle proprie posizioni tipico di Saturno, che alla fine potrebbero danneggiare chi  li compie tanto quanto chi li subisce.

Gli effetti del transito sul tema natale saranno percepibili, data la relativa lentezza dei pianeti coinvolti, anche per tutto settembre. Chiaramente il transito produce effetti diversi, che vanno individuati sulla base del singolo tema.

Per i nati tra il 12 agosto e l'8 settembre, gli effetti della congiunzione Marte-Saturno nella rivoluzione solare si produrranno tra l'agosto-settembre 2015 e l'agosto-settembre 2016, con il verificarsi di uno o due eventi di rilievo. La natura di questi eventi, ed il loro periodo approssimativo, vanno determinati caso per caso.

La predizione "generale" nel caso di una congiunzione minore come quella tra Marte e Saturno è  fuorviante, e non andrebbe effettuata. Il consiglio generico è quello di evitare le liti ed i confronti per tutta la durata della congiunzione.

La congiunzione Marte-Saturno in astrologia elettiva 

Se in astrologia oraria la congiunzione non pone eccessivi problemi, non così può dirsi in astrologia elettiva. Marte resta in domicilio fino al 13 settembre, il che ne smussa il potenziale negativo. Saturno è in condizione zodiacale peggiore in quanto peregrino, ma la ricezione con Marte dovrebbe in qualche modo contenerne gli effetti. La congiunzione è e resta un aspetto forte, e l'uso degli accorgimenti disponibili - come posizionare Marte e Saturno in una casa piuttosto che in un'altra - non è sufficiente ad "indebolire" i pianeti, ove mai un loro indebolimento si renda necessario.  La condizione zodiacale di Saturno resta in ogni caso non positiva.

A ciò si aggiungono due fattori non entusiasmanti: Giove subisce una serie di quadrature ora da Marte ora da Saturno per gran parte del mese. Mercurio è combusto o sotto i raggi del sole fino al 17 agosto.  Anche se molto dipende dal tipo di carta elettiva da erigere, agosto non sembra presentare aspetti tutto sommato armoniosi.

-



lunedì 11 agosto 2014

Domande: Urano può essere combusto?

Ricevo questa richiesta da un anonimo lettore/lettrice del blog, e rispondo brevemente.

Qualsiasi pianeta collocato ad una distanza minore di otto gradi di longitudine dal Sole si dice combusto.

La combustione vale tanto per Mercurio,  Marte, Giove, che per Urano, ed ha significati diversi a seconda del pianeta combusto. Al di là dei significati tipici del pianeta, bisogna ricordare che un pianeta combusto non ha forza di agire. Chi interpreta il tema orario (o elettivo) saprà come valutare questa condizione, ed eventualmente farne uso.

Di norma, nell'interpretare qualsiasi tipo di tema io non uso gli extra-saturniani, ma va anche detto che, se in un tema orario trovassi una congiunzione Urano-Sole sull'Ascendente, la congiunzione andrebbe considerata, poiché se confermata da altri elementi, potrebbe indicare circostanze al di là del controllo del consultante.

La costruzione di un edificio - due temi elettivi a confronto

Un tempo, costruire le città ed i loro edifici più importanti seguendo le regole dell'astrologia elettiva era pratica comune. Oggi non è più così: la costruzione di un edificio non è determinata in base alle configurazioni planetarie, ma dettata da considerazioni economiche e di pianificazione urbanistica.

L'astrologia elettiva è però sempre in grado di fornire indicazioni utili su come i lavori di costruzione procederanno, e soprattutto sulla durata dell'edificio.  Per cui, quando mi è giunto all'orecchio che il 10 agosto 2014 è stata posta la prima pietra di un nuovo edificio pubblico nel Paese P, la tentazione di erigere una carta di evento ed esaminarla è stata davvero irresistibile.

La cerimonia di posa della prima pietra era prevista per le 19:30, ma in realtà la prima pietra è stata posata alle 20:19. Anche se il tema  da analizzare è quello delle 20:19, vale la pena mettere i due temi a confronto in modo molto sintetico, perché anche 49 minuti di ritardo possono fare la differenza!

TEMA ELETTIVO PER LA COSTRUZIONE DELL'EDIFICIO "E" - ORE 19:30
Prevista


Notiamo immediatamente come la scelta della tempistica della costruzione non sia la più felice. Il 10 agosto si è verificata una Luna Piena (alle 19:09), quindi la prima pietra, secondo i piani, sarebbe stata posta quando la Luna già diventava calante. Secondo la tradizione, si tratta di un tempo che andrebbe evitato poiché le imprese che hanno luogo in luna calante durano meno di quelle iniziate sotto una luna crescente. In altre parole, l'edifico potrebbe cadere in disuso prima del previsto. La Luna in Aquario comunque promette un evento di successo e di un certo rilievo.

Il dispositore dell'edificio, Marte, è in nona casa ed in esaltazione: né Marte, né Saturno dovrebbero mai essere significatori nella costruzione di qualsiasi tipo di edificio, anche se Saturno può giocare un ruolo - seppur molto limitato - nella fondazione di una città. Qui, Saturno è signore dell'Ascendente, che per giunta è coinvolto in una quadratura con la Luna in prima casa. Il fatto che Marte sia nelle sue dignità non significa molto. Certo, un Marte in esaltazione "agisce" sempre meglio di un Marte in esilio o caduta, ma la simbologia di Marte - almeno in elettiva - non cambia, soprattutto quando Marte invia una quadratura all'Ascendente. Il Nodo Sud indica che i costi effettivamente sostenuti per la costruzione dell'edificio saranno maggiori dei costi messi a budget (il che è facilmente ipotizzabile anche senza dover fare ricorso all'astrologia - e tale ammissione è doverosa).

Vediamo le potenzialità suggerite dal tema elettivo eretto per il momento della posa della prima pietra, alle 20:19

TEMA ELETTIVO PER LA COSTRUZIONE DELL'EDIFICIO "E" - ORE 20:19


Effettiva

 

Nessuno dei due momenti era in realtà indicato per la posa della prima pietra, principalmente a causa della posizione della Luna, di Marte e Saturno. Se il primo tema era passabile, il secondo tema è letteralmente disastroso. Cosa è cambiato? La cuspide della nona casa si trova pur sempre in Scorpione, e l'Ascendente è ancora in Aquario - quindi i significatori dell'edificio sono gli stessi - MA Marte, che prima era nella sua casa, adesso è in ottava, casa che vogliamo evitare nel modo più assoluto. Un Marte esaltato, quindi rafforzato nelle sue potenzialità, in una casa malefica, che invia quadratura alla Luna ha il significato simbolico di distruzione. La Luna, che in precedenza era in prima casa, adesso è passata in dodicesima, altra casa dal simbolismo non positivo, e fin troppo compatibile con il simbolismo dell'ottava. La condizione lunare quindi si è ulteriormente indebolita: resta l'opposizione con il Sole. Se prima, però, il Sole e Giove erano pur sempre in settima casa, e quindi volendo forzare l'interpretazione mitigavano le indicazioni non positive date dalla Luna e da Marte, adesso Giove ed il Sole sono in sesta casa, collocazione che ne azzera le potenzialità. Mercurio, signore della quarta casa, è inoltre combusto.

Con questo tema elettivo, il responso resta in parte lo stesso: costruzione ultimata nei tempi previsti, ma molto costosa, ed edificio che andrà in disuso prima del previsto, ma si aggiunge il dato del possibile danno strutturale.

domenica 11 maggio 2014

Una Carta di Primo Incontro

Ricevo da una lettrice del blog la richiesta di una previsione riguardante la sua relazione con M., e pubblico la carta di primo incontro. M. e D. si incontrano in una città del Nord Italia l'anno scorso, ecco la carta:

Schermata 2014-05-11 alle 19.57.19


I classici dell'astrologia elettiva contengono regole per la scelta del momento migliore sia per la promessa di matrimonio, che per il matrimonio. Queste regole, però, non possono applicarsi alle carte di primo incontro, poiché oggi le relazioni avvengono in modo molto diverso che al tempo di Sahl, Mash'allah e Bonatti. Un primo incontro non è né una promessa di matrimonio, né un matrimonio o una convivenza, ma l'occasione in cui almeno una delle parti ripone determinate aspettative nell'altro.


Nell'interpretazione della carta si applicano regole generali dell'astrologia elettiva, cum grano salis. Inoltre, interpreto il tema come un'elezione non radicata, ovvero un'elezione che non tiene conto della figura radicale di D. Se vogliamo scegliere il momento migliore per il primo appuntamento il tema natale andrebbe analizzato. In questo caso abbiamo a che fare con un'interpretazione ex post, e quindi il tema di primo incontro fornisce indicazioni sufficienti ad avere un quadro di massima della potenzialità della relazione.


Notiamo immediatamente come tutti e quattro gli angoli siano in segni fissi. Gli angoli in segni fissi sono ottimi quando desideriamo iniziare qualcosa che non cambia. Infatti, gli astrologi dell'antichità quando dovevano scegliere il momento per fondare una città o costruire un'abitazione, ponevano tutti gli angoli in segni fissi. Città come Baghdad sono state fondate in base a questo principio, ed esistono ancora adesso.


In una carta di primo incontro, gli angoli in segni fissi non sono favorevoli come potrebbe sembrare. Infatti, nel momento in cui incontriamo una persona, con la speranza che la relazione evolva in matrimonio, vogliamo un cambiamento. Ma gli angoli fissi indicano durata nella situazione attuale quindi abbiamo o una lunga relazione, che impiega veramente molto tempo a diventare un matrimonio, oppure una relazione che resta quella che è, senza diventare un matrimonio. Questa prima indicazione non è una testimonianza sufficiente, quindi ne cerchiamo altre.


Osserviamo la fase lunare, e la condizione della Luna nel tema. Il momento migliore per iniziare qualcosa che vogliamo vedere crescere e svilupparsi è la fase di Luna crescente, che favorisce la crescita di tutte le cose. La fase calante è invece un ottimo periodo per portare a termine, per concludere varie situazioni. Ad esempio, in Luna calante nell'antichità gli astrologi raccomandavano il taglio di capelli, ed ancora oggi alcuni dei nostri contadini sradicano, potano e tagliano. Un primo incontro che inizia in Luna calante può portare senza dubbio ad una relazione, ma la relazione probabilmente non si svilupperà nel senso desiderato, quello di un rapporto stabile e di lunga durata.


La possibilità della nascita di una relazione dal primo incontro è indicata dalla Luna nei primi gradi del segno. Il primo incontro condurrà a tutta una serie di accadimenti, la cui natura più o meno positiva si deduce dagli aspetti lunari. Nell'ordine abbiamo: un quadrato con Giove, che è governato dalla Luna, un trigono con Venere, un quadrato con il Sole, un sestile con Marte ed un quadrato con Mercurio, ultimo aspetto che la Luna forma prima di uscire dall'Ariete. Notiamo come Mercurio sia retrogrado ed isolato. Possiamo dire che una delle sfide maggiori che questa relazione dovrà affrontare sarà un problema di comunicazione? Sembrerebbe proprio così, ed inoltre quel Mercurio retrogrado non aiuta il compimento di imprese stabili e durature. A meno che, i due già non si conoscessero da tempo. La Luna è per giunta cadente dagli angoli, e peregrina. Altra indicazione non cattiva, né eccezionalmente favorevole.


Il signore dell'Ascendente, Marte, simboleggia bene la natura del rapporto, che è un rapporto d'amore, ma non è in buona posizione né per casa né per segno. Avremmo voluto inoltre un Marte in aspetto con l'Ascendente, o in aspetto positivo con il suo dominatore, Mercurio, ma non lo abbiamo. Piuttosto il pianeta che sorge al momento dell'incontro tra i due è Saturno retrogrado, pianeta dal simbolismo complesso, ma che non vogliamo mai vedere sorgere ad un primo appuntamento, a meno che la persona che incontriamo non sia un insegnante, un contabile, un impiegato pubblico o impiegata in altra professione governata da Saturno, o abbia un fisico dalle caratteristiche “saturnine”, quindi molto magro, un po' curvo, magari anche calvo.


In sintesi questi sono i fattori principali del tema. Indicano che la relazione nasce, cresce ma purtroppo non si sviluppa nel senso desiderato da D. Quindi delle due l'una: il matrimonio non ha luogo oppure, se si forza la mano e si insiste fino al cedimento dell'altro, il matrimonio non è felice. La relazione sembra resa più difficile del necessario da problemi che riguardano soprattutto la comunicazione, la parola nello specifico.


I lettori potranno chiedersi: ma Venere andava considerata? Ed il Sole, in quanto significatore generale degli uomini? Nel tema Venere governa la dodicesima, che non è affatto una casa positiva. Anche se vogliamo considerare Venere nella sua veste di signora di settima, guardacaso abbiamo un'inversione dei ruoli uomo-donna. Ovvero la donna significata da Marte e l'uomo da Venere. Sicuramente D. è una persona dal carattere forte. Ma forse altrettanto, malgrado le apparenze non può dirsi di M. Venere è poi peregrina e cadente dagli angoli. Non lasciatevi ingannare dall'astrologia popolare, che vuole Venere in Leone passionale e positiva ad ogni costo! Il Sole simboleggia si l'uomo, ma se notate si trova in condizione astrologica non favorevole, in ottava casa  e peregrino. Anche considerando Venere ed il Sole il responso non cambia.


 

 

sabato 10 maggio 2014

La Luna Vuota di Corso

Come avrete notato, quasi quotidianamente su Twitter indico i periodi del giorno in cui la luna è "vuota di corso".  Non tutti sanno cosa è una luna vuota di corso, quando si usa e come quindi, senza perdermi in chiacchiere, procedo  a spiegare tutte queste cose.

Cosa è una luna vuota di corso. 

Sappiamo come la Luna si muove ad una velocità media di 13° al giorno, entra in ciascun segno dello zodiaco e lo attraverso tutto, fino a giungere al 29° 59', per poi entrare nel segno successivo. Durante la sua permanenza in un segno, la Luna forma vari aspetti con pianeti che si trovano in altri segni.  Quando la Luna giunge agli ultimi gradi di un segno però capita che non formi alcun nuovo aspetto con nessun pianeta, prima di entrare nel segno successivo. Nel tema che posto qui sotto potete rendervi conto visivamente di come la Luna, che si trova agli ultimi gradi del Cancro, ha appena separato un sestile da Mercurio, e non forma alcun nuovo aspetto.  La Luna è vuota di corso.

Per aspetti si intendono solo gli aspetti maggiori, ovvero la congiunzione, il sestile, il quadrato, il trigono e l'opposizione. Gli aspetti minori, quali i quinconce, i binquintili, i decili ecc. non si considerano.

 

Schermata 2014-05-10 alle 20.03.20

 

Quando si usa la Luna vuota di corso.

L'uso della Luna vuota di corso è limitato all'astrologia oraria ed all'astrologia elettiva. Oltre a ciò, è possibile usare la Luna vuota di corso nel proprio quotidiano, in maniera molto semplice. I nostri nonni sapevano benissimo che alcune piante - le piante che vanno a foglia - vanno seminate in fase di Luna crescente, mentre altre, in genere quelle che vanno in radice,  vanno seminate in fase di Luna calante. In tutto ciò non vi era nulla di magico o di scientifico. Si trattava di semplice esperienza. Principi astrologici sono seguiti anche nell'agricoltura biodinamica. Si tratta di cercare, nei limiti del ragionevole, di armonizzare alcune delle proprie attività con i cicli naturali.

Come si usa la Luna vuota di corso.

Usare la Luna vuota di corso non è difficile. Per prima cosa, bisogna procurarsi le tabelle mensili che indicano i periodi in cui la Luna non forma alcun nuovo aspetto. La Luna, infatti, va vuota di corso molto di frequente dal momento che è un pianeta di moto veloce, ed impiega circa due giorni per percorrere ciascun segno. Detto ciò, i periodi di Luna vuota di corso hanno breve durata, variabile da qualche ora ad una mezza giornata.

Il principio da tenere a mente è che la condizione Lunare indica per analogia lo stato dei nostri affari. Le ore ed i giorni quando la Luna si trova nei primi gradi di un segno, o quando la Luna è crescente, sono ottimi per dare inizio a cose nuove. Al contrario, le ore ed i giorni quando la Luna è calante  indicano periodi in cui è più favorevole portare a conclusione questioni che si trascinano da tempo. Una Luna che non forma nuovi aspetti con alcun pianeta indica una Luna che non porta a termine alcuna situazione, e non ne inizia alcuna nuova.

Avrete già capito che i periodi in cui la Luna è vuota di corso sono periodi in cui, astrologicamente parlando, non succede nulla di nuovo. Quindi, se potete permettervelo, durante la Luna vuota di corso sarebbe meglio non fare nulla, e non iniziare nulla di nuovo. Siete al lavoro e dovete fissare un appuntamento? Se la Luna è vuota di corso potete stare sicuri che l'appuntamento verrà annullato, spostato, o magari la persona che desiderate incontrare non risponderà alle vostre telefonate e messaggi.

Tutto ciò che ha inizio durante una Luna vuota di corso non viene di regola portato a termine, viene ritardato, o da luogo a notevoli problemi. Quindi, sarebbe meglio non firmare contratti, prendere appuntamenti, iniziare nuovi lavori e nuovi progetti.

Cosa è consigliabile fare, quindi? Tutti i testi di astrologia, come anche i siti internet, indicano che questo è un tempo favorevole alla meditazione, all'analisi, al fare ordine, al rilassarsi, al riflettere eccetera. Molto new age, non c'è che dire. Durante una Luna vuota di corso, l'importante è non iniziare nulla di nuovo. Non mandare un nuovo messaggio, non chiedere un appuntamento, non contattare un cliente ecc. Per il resto, potete tranquillamente continuare a fare i lavori che avete lasciato in sospeso il giorno precedente.

Questi consigli valgono se avete intenzione di iniziare imprese o cose che porteranno frutto. Potrebbe essere il contrario. Ad esempio, potreste ritrovarvi a dover iniziare qualcosa che in realtà non volete fare, e non volete portare a termine. Potreste dover incontrare un cliente che in realtà non volete vedere. Benissimo: la Luna vuota di corso è il momento migliore per iniziare tutte le cose che siamo costretti a fare, ma delle quali vorremmo liberarci alla svelta. L'appuntamento che temete probabilmente non si materializzerà affatto, e voi sarete liberi di dedicarvi ad altre cose.

I periodi quando la Luna è vuota di corso sono anche i migliori per fare piccole spese, perché è più facile trovare articoli di ottima qualità in saldi o liquidazione. Quando il mio vecchio paio di scarpe da montagna stava per lasciarmi, ho deciso di uscire a comprarne un paio nuovo proprio durante una luna vuota di corso. Risultato? Ho trovato un paio di scarpe bellissime, leggerissime e comode, normalmente in vendita a circa 150 Euro, alla metà del prezzo. Ultimo paio in negozio.

Se fare piccole spese è consigliabile, l'acquisto di beni che debbono durare, come elettrodomestici, auto o addirittura case o terreni andrebbe assolutamente evitati durante la Luna vuota di corso. Lo stesso vale per matrimoni, proposte di matrimonio, un primo appuntamento, la firma di un contratto, un colloquio di lavoro, inviare il proprio curriculum ecc.

I periodo quando la Luna è vuota di corso sono ottimi per dare notizie che non si vuole abbiano un grande impatto, o una grande diffusione. Quindi, il momento ideale per confidare un segreto che deve restare segreto è proprio quando la Luna vuota di corso.

Le potenzialità della Luna vuota di corso sono molte, ed in questo post ho elencato solo quelle più comuni. La regola per cui tutto ciò che si inizia durante una Luna vuota di corso non riceve molta attenzione è una regola che può applicarsi in vari modi...

 

venerdì 11 aprile 2014

La Grande Croce Cardinale del 22 aprile 2014 - Il ruolo di Giove

Continua la serie di post sulla grande croce cardinale del 22 aprile.  Molti, in questi giorni, si stanno chiedendo cosa fare e quali saranno gli effetti delle quadrature ed opposizioni perfette al grado tra Giove, Marte, Urano e Plutone.

Ho già spiegato, in questo ed in quest'altro post come l'eclissi lunare del 14 aprile e l'eclissi solare del 28 aprile saranno rilevanti per alcuni, ma non per tutti. Stare in ansia per gli aspetti astrologici del 22 aprile quindi non serve. Gli effetti dei pianeti in allineamento a differenza delle eclissi invece saranno sentiti un po' da tutti, anche se in modi diversi e rapportabili al vissuto individuale. Nel precedente post parlavo di Marte, ed adesso è il turno di Giove.

Il tema di riferimento non cambia. E' un tema eretto per Roma, alle ore 00:00 del 22 aprile 2014.

Cardinal Grand Cross

Giove si trova a 13° del Cancro, in moto diretto, in esaltazione, nel domicilio della Luna, nell'esaltazione di Marte e vicino alle stelle fisse Canopus e Sirius.

Tra i pianeti coinvolti nella croce cardinale, se vogliamo considerare anche Urano e Plutone, Giove è quello che vanta la migliore condizione zodiacale.

JUPITER 3DVogliamo dire che, se già da un po' di tempo ribollivate per un certo senso di ingiustizia, intorno al 22 aprile potreste esplodere? Se poi il vostro sentimento di ingiustizia si rivolge contro le regole, chi le rappresenta, chi le applica e chi le insegna allora gli ingredienti per un bell'atto di ribellione contro i poteri costituiti della vostra vita ci sono tutti! Non c'è bisogno di leggere rivoluzioni mondiali e sovversioni di governi autoritari nei transiti del 22 aprile. E' probabile che questo - per voi - sia il tempo di fare scelte che nel medio periodo avranno a che fare con la vostra libertà. Questo è ciò che veramente entra in gioco con la grande croce cardinale: la vostra libertà.

Già da qualche tempo molti potrebbero chiedersi dove sono finiti l'ottimismo, la gioia di vivere e la curiosità che una volta avevano.  Altri potrebbero sentirsi intrappolati dentro situazioni che, iniziate circa 12 anni fa, non hanno recato con sé la libertà e l'autonomia che si sperava portassero. Se in questo periodo le vicende che state vivendo nel vostro quotidiano vi fanno sentire soffocati, prigionieri, insoddisfatti, la croce cardinale offre l'opportunità di compiere una scelta.

La scelta in questione è rompere gli schemi entro i quali finora la vostra vita è andata avanti, e riprendervi i vostri spazi di libertà. Per molti si tratterà di una decisione cruciale. Fine aprile potrebbe vedervi al bivio a confrontarvi con la difficile decisione tra il riprendervi la vostra libertà, forse cambiando città, abitudini, stile di vita ecc. ed il proseguire lungo la  vecchia via, una via ormai conosciuta. Le situazioni che porteranno a questa scelta saranno in un certo senso situazioni subite più che scelte. Diciamo che se negli ultimi anni vi eravate  un po' adagiati gli eventi di aprile potranno darvi una bella scossa,  forzandovi a compiere una scelta.